ZEPPELIN VENEZIA. WE KNOW HOW!    COPYRIGHT ZEPPELINVENEZIA, PHOTO by LAPENNA

PROMUOVIAMO IL RITORNO IN ITALIA DELLE AERONAVI DI NUOVA TECNOLOGIA CON IL SUPPORTO DELLA ZEPPELIN LUFTSCHIFFTECHNIK E DELLA DEUTSCHE ZEPPELIN REEDEREI. MEMBRI FONDATORI ANDREA FONDA, PRESIDENTE, HANS JOERG BRODA, SEGRETARIO, HANS PAUL STROELE, COMANDANTE DELLO ZEPPELIN NT. 

MISSIONE SCIENTIFICA DELLO ZEPPELIN NT IN ITALIA A GIUGNO 2012

SULLE TRACCE DI DETERGENTI E AEROSOL
Nel maggio del 2012, lo Zeppelin NT si impegnerà nella sua più grande missione scientifica mai realizzata. L'obiettivo è quello di indagare le relazioni tra la chimica dell'atmosfera e il cambiamento climatico. Come parte integrante del progetto UE PEGASOS, lo Zeppelin NT analizzerà la qualità dell'aria nello spazio aereo europeo in tre campagne guidate da Forschungszentrum Jülich che impegneranno ciascuna alcune settimane. Insieme con i risultati delle indagini da parte di un totale di 26 partner provenienti dai 15 paesi europei nel progetto Pegasos, i risultati costituiranno la base per le misure di protezione del clima in tutta l'UE.
I Climatologi Jülich hanno già intrapreso spedizioni con lo Zeppelin nel 2007 e 2008. Le due campagne di misura hanno convinto gli scienziati che lo Zeppelin NT è il complemento ideale delle stazioni a terra aeromobili e fisse. Ciò è dovuto alle sue caratteristiche uniche di volo. Può galleggiare lentamente, librarsi in aria e volare per 24 ore. Gli strumenti di misurazione di peso superiore a una tonnellata salgono e scendono verticalmente durante il volo. Inoltre, rende accessibili ai ricercatori lo strato atmosferico ad un'altitudine compresa tra 100 e 1000 metri, nota come “planetary boundary layer” (strato limite planetario). E 'proprio in questa regione chimicamente molto reattiva, ma ancora poco indagata, che si muovono la maggior parte degli inquinanti emessi sulla superficie della terra. E' quindi necessario comprendere le informazioni sui processi atmosferici in dettaglio e verificare i modelli concettuali su questa regione. Lo Zeppelin può indagare la distribuzione di gas in traccia in questo strato con precisione e flessibilità.
La missione Zeppelin, che fa parte del progetto europeo PEGASOS, è divisa in tre fasi principali: la rotta ovest, sud e nord.

A partire da maggio 2012, il percorso ad ovest conduce al Cabauw nei Paesi Bassi. Questa campagna si concentra sull'aerosol in aria detto anche "detergente dell'atmosfera", la chimica radicale idrossile (OH radicale). Questo aerosol, che innesca la degradazione di inquinanti ed è quindi una misura dell'efficienza di pulizia dell'atmosfera, viene continuamente riciclato in un ciclo naturale. Tuttavia, negli anni passati i ricercatori Jülich si sono imbattuti in discrepanze nella teoria prevalente in materia di riciclaggio. Si spera che i voli Zeppelin possano chiarire la questione, compresi le seguenti questioni relative agli aerosol: Da dove provengono? Come si combinano per formare particelle più grandi? Quali impatti chimici e fisici hanno sul clima e sulla qualità dell'aria? E quale parte svolgono nel riciclaggio naturale del "detergente"?
Da giugno 2012, la Zeppelin sarà impegnato per cinque settimane di volo a Bologna, Italia (rotta sud).
Gli scienziati usano tre diversi set di strumenti di misura per le loro indagini. Ogni insieme è progettato per una domanda leggermente diversa relativa al comportamento del detersivo e aerosol. Durante la campagna il set di strumenti verrà modificato a seconda della situazione meteorologica e chimica negli strati d'aria che attraversa. In due settimane di campagna a Friedrichshafen nel novembre 2011, gli strumenti di misura sono stati adattati all'interno dell'aeronave Zeppelin NT e la loro funzione testata durante i voli.
Nel mese di aprile 2013, i climatologi prenderanno il via a nord per due mesi sulla strada per Hyytiälä in Finlandia.

La campagna sarà dunque lanciata nel maggio 2012. Un team di una quindicina di ricercatori Jülich provenienti da Svizzera, Estonia e Stati Uniti accompagneranno lo Zeppelin NT sulle sue tre missioni. Il viaggio inizia a Friedrichshafen e continua a Cabauw nei Paesi Bassi. Dopo il ritorno a Friedrichshafen, la seconda missione passa poi cinque settimane di viaggio in Italia, dove le misure saranno prese in Pianura Padana e sopra l'Adriatico. Nel mese di aprile 2013, i ricercatori atmosferici si imbarcheranno nella loro terza missione e si sposteranno per due mesi verso nord diretti in Hyytiälä in Finlandia. Tutti i percorsi di missione sono stati coordinati con le stazioni di terra esistenti e le stazioni di misura. In questo modo, i ricercatori possono confrontare direttamente i dati dal volo con le misure degli scienziati sul campo.

 

dott. Andrea Fonda, Ufficio di Rappresentanza in Italia DZR-ZLT, fonte: Forschungszentrum Jülich

Visualizzazioni: 402

Commento

Devi essere membro di associazione ZEPPELIN VENEZIA per aggiungere commenti!

Partecipa a associazione ZEPPELIN VENEZIA

KEEP IN TOUCH!

 

     office@zeppelinvenezia.com

 

 

       Bookmark and Share

 

        ZEPPELIN

           

© 2017   Creato da ZeppelinVenezia.   Tecnologia

Segnala un problema  |  Termini del servizio